Mostre

(Isola del Cinema / La Nouvelle Vague di Raymond Cauchetier)

MOSTRE

In questa sezione informazioni sulla vita culturale della città di Roma con le principali mostre d’arte, esposizioni e rassegne d’arte: dipinti, sculture, stampe, acquerelli, mosaici, fotografia, racconti visivi, etc.. Programmazione del mese con date, orari e indirizzi.

MUSEO NAZIONALE DI CASTEL SANT’ANGELO / DAL 23 MAGGIO AL 18 SETTEMBRE 2022
ROMA CITTA’ DEL GIUBILEO
L’Evento, ideato ed organizzato dal Centro Europeo per il Turismo e la Cultura di Roma in sinergia con la Direzione dei Musei Statali della città di Roma e del Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo diretti da Mariastella Margozzi, è di particolare attualità soprattutto in questo momento storico, che oltre alla grande difficoltà post-pandemica, il conflitto russo-ucraino sta generando nell’opinione pubblica mondiale un grandissimo senso di disagio nel vivere la quotidianità. Oggi più che mai il mondo ha bisogno di speranza. L’emergenza sanitaria internazionale ed echi di conflitti turbano le nostre coscienze sempre più segnate e smarrite. Ecco perché è importante dare un segno concreto di ripartenza, speranza per il futuro e soprattutto pace. Il prossimo Giubileo del 2025 è quindi un’occasione per svegliare le coscienze di tutti, un momento di riflessione e stimolo per costruire un futuro di fratellanza e pace. La mostra, “Roma città del Giubileo” è stata pensata non solo per illustrare al grande pubblico la nascita e l’evoluzione di questo grande evento religioso e sociale attraverso i secoli e per celebrare la città che lo ospita: Roma, ma soprattutto per stimolare ad una riflessione: il Giubileo è l’occasione del riscatto morale e della rinascita spirituale. I temi trattati sono: La nascita del Giubileo e la sua evoluzione dal Medioevo al Rinascimento; I Papi dei Giubilei; La città si trasforma: progetti ed evoluzioni; Il Giubileo oggi: nuovi progetti e nuove speranze. La scelta di Castel Sant’Angelo come luogo della mostra non è casuale. Esso rappresenta un luogo importante e simbolico per la storia di Roma, dal periodo romano a quello moderno e contemporaneo, e per i cittadini e pellegrini che hanno affollato la capitale della cristianità nei secoli.
ORARI E INDIRIZZI: Lungotevere Castello, 50 (Rione BORGO) - Aperta da martedì a domenica dalle ore 09:00 alle ore 19:30; lunedì chiuso - Per informazioni 06.Tel. 6876448
COME ARRIVARCI: BUS 40 (fermata BORGO SANT’ANGELO) 280, 492 (fermata CRESCENZIO/ORAZIO) 23, 34, 982 (fermata SORZA PALLAVICINI) 23, 34, 40, 46, 62, 98, 115, 280, 870, 881, 916, 916F, 982 (fermata LUNGOTEVERE SASSIA/SANTO SPIRITO)
LINK ESTERNI: Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo


RHINOCEROS GALLERY / DAL 10 GIUGNO AL 16 OTTOBRE 2022
PICASSO. LE PEINTRE ET SON MODELE EN PLEIN AIR, 1963
In vista del cinquantenario della scomparsa del pittore spagnolo Pablo Picasso (8 aprile 1973), gli spazi espositivi di Rhinoceros Gallery ospitano "Picasso. Le peintre et son modèle en plein air", un dipinto appartenente alla collezione Intesa Sanpaolo Gallerie d'Italia - Milano e normalmente non visibile al pubblico. L’olio su tela rappresenta un nudo femminile ritratto all’aperto e documenta l’indagine sul tema della donna sviluppato per decenni dall’artista. Curata da Raffaele Curi, la mostra che accompagna il dipinto si articola su tutti i piani della gelleria dando vita a una vera e propria installazione teatrale composta da arti visive e performative, riunendo idealmente le due patrie e le due anime dell’artista, Spagna e Francia. Il filo conduttore è la danza: sala dopo sala, si susseguono proiezioni video e contributi multimediali come quelli sulle prove dell’opera La Templanza di Miguel Ángel Berna per il Ballet Nacional de España o sul Ballet to Pulcinella. Lungo il percorso espositivo si apre una finestra sul Café de Flore di Parigi, mentre nel cavedio nero il rimando è alla corrida francese con l’omaggio a uno dei più grandi toreri contemporanei, il giovanissimo El Rafi (Rafi Racoule), il sessantanovesimo matador de toros francese. Una citazione del poeta Pablo Neruda chiude la mostra, a ricordo della grande amicizia che unì i due artisti.
ORARI E INDIRIZZI: Via dei Cerchi, 21 (Rione RIPA) - Aperta da martedì a domenica dalle ore 11:00 alle ore 24:00; lunedì chiuso - Per informazioni e prenotazioni Tel. 340.6430435
COME ARRIVARCI: BUS 51, 81, 85, 87, 118, 160, 628, 715 (fermata CERCHI/BOCCA DELLA VERITA’) 44, 83, 170, 716, 781 (fermata BOCCA DELLA VERITA’)
LINK ESTERNI: Rhinoceros Gallery

GALLERIA BORGHESE / DAL 14 GIUGNO AL 18 SETTEMBRE 2022
TIZIANO. DIALOGHI DI NATURA E DI AMORE
Una mostra dossier nata in occasione del prestito di “Ninfa e pastore”, opera autografa realizzata dal Maestro veneto intorno al 1565, concessa dal Kunsthistorisches Museum di Vienna nell’ambito di un programma di scambio culturale tra le due istituzioni. L’incontro tra l’opera di Vienna e i dipinti di Tiziano presenti alla Galleria ha creato l’occasione per mettere in connessione le opere intorno ad alcuni temi costanti nella produzione del pittore: la Natura, intesa come paesaggio ma anche luogo dell’agire umano; l’Amore nelle sue diverse forme, divino, naturale, matrimoniale e il Tempo, che scandisce la vita dell’uomo, ne regola il ciclo e lo assimila all’armonia dell’Universo. La mostra trova il suo luogo naturale nella sala XX, al primo piano del museo, dove sono già esposti dipinti di scuola veneta e di Tiziano. L’attuale disposizione di “Amor sacro e Amor profano” e di “Venere che benda Amore” ha suggerito la collocazione di Ninfa e pastore lungo l’altro asse, di fronte a “Le tre età” sulla parete opposta, qui proposto nella replica di Sassoferrato che nel corso del Seicento copia una versione presente a Roma del dipinto di Tiziano. Ninfa e pastore è il pendant perfetto del dipinto sulla parete opposta: si tratta della medesima riflessione, ma alla fine della vita del vecchio pittore, sull’amore, sul tempo che scorre e tutto divora. La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Art’em, con i testi della curatrice Maria Giovanna Sarti.
ORARI E INDIRIZZI: Piazzale Scipione Borghese, 5 (Quartiere PINCIANO) - Aperta da martedì a domenica dalle ore 09:00 alle ore 19:00; lunedì chiuso - Per informazioni Tel. 06.67233753
COME ARRIVARCI: BUS 52, 53, 63, 83, 92, 223, 360, 910 (fermata PINCIANA/MUSEO BORGHESE)
LINK ESTERNI: Galleria Borghese

ISOLA DEL CINEMA / DAL 9 LUGLIO AL 3 SETTEMBRE 2022
LA NOUVELLE VAGUE DI RAYMOND CAUCHETIER
Nouvelle Vague sul Tevere è la prima mostra in Italia dedicata al fotografo Raymond Cauchetier che seppe cogliere, fin dall’inizio, la freschezza e il cambiamento dell’avanguardia cinematografica esplosa negli anni ’60. Ad un anno dalla sua scomparsa, l’Isola del Cinema ospita la mostra “La Nouvelle Vague” con immagini provenienti dagli archivi custoditi dalla vedova Kaoru Cauchetier che ha accolto con entusiasmo la proposta dell’associazione Palatine. La Mostra è parte integrante del gemellaggio Roma-Parigi che divideranno virtualmente lo stesso grande schermo: a Roma la prima edizione di Nouvelle Vague sul Tevere e a Parigi la prima edizione di "Dolcevita-sur-Seine", festa romana di cinema, fotografia, teatro e musica sul Lungosenna. Nouvelle Vague sul Tevere apre ai romani anche una finestra su Parigi con proiezioni di film francesi ogni sera, preceduti da incontri e dibattiti con attori e cineasti.
ORARI E INDIRIZZI: Piazza San Bartolomeo all’Isola (ISOLA TIBERINA / Rione RIPA) - Aperta tutti i giorni dalle ore 18:00 alle ore 02:00 - Per informazioni Tel. 06.0608
COME ARRIVARCI: BUS H (fermata GIOACCHINO BELLI) 23, 280 (fermata LUNGOTEVERE ALBERTESCHI e PIAZZA MONTE SAVELLO) - TRAM 8 (fermata GIACCHINO BELLI)
LINK ESTERNI: L'Isola del Cinema

PALAZZO BONAPARTE / DALL’8 OTTOBRE 2022 AL 26 MARZO 2023
VAN GOGH
Palazzo Bonaparte ospiterà una grande mostra dedicata a Van Gogh. Attraverso le sue opere più celebri, tra le quali il suo famosissimo Autoritratto, sarà raccontata la storia dell’artista più conosciuto al mondo. Nato in Olanda il 30 marzo 1853, Vincent Van Gogh fu un artista dalla sensibilità estrema e dalla vita tormentata. Celeberrimi sono i suoi attacchi di follia, i lunghi ricoveri nell’ospedale psichiatrico di Saint Paul in Provenza, l’episodio dell’orecchio mozzato, così come l’epilogo della sua vita, che termina il 29 luglio 1890, a soli trentasette anni, con un suicidio: un colpo di pistola al petto nei campi di Auverse. Nonostante una vita impregnata di tragedia, Van Gogh dipinge una serie sconvolgente di Capolavori, accompagnandoli da scritti sublimi (le famose “Lettere” al fratello Theo Van Gogh), inventando uno stile unico che lo ha reso il pittore più celebre della storia dell’arte. La mostra di Roma, attraverso 60 opere e tante testimonianze biografiche, ricostruisce la vicenda umana ed artistica di Van Gogh, per celebrarne la grandezza universale. La mostra è prodotta da Arthemisia ed è realizzata in collaborazione con il Kröller Müller Museum di Otterlo, che custodisce uno dei più grandi patrimoni delle opere di Van Gogh.
ORARI E INDIRIZZI: Piazza Venezia, 5 (Rione PIGNA) - Aperto tutti i giorni dalle ore 11:00 alle ore 21:00 - Per informazioni Tel. 06.8715111
COME ARRIVARCI: BUS 51, 60, 63, 80, 83, 85, 118, 160, 170, 628, H (fermata PIAZZA VENEZIA) 30, 46, 62, 64, 70, 81, 87, 190F, 492, 628, 916, 916F (fermata PLEBISCITO) - TRAM 8 (fermata VENEZIA)
LINK ESTERNI: Mostre Palazzo Bonaparte

GALLERIA D’ARTE MODERNA / DAL 14 OTTOBRE 2022 AL 16 APRILE 2023
PASOLINI PITTORE
A cento anni della nascita di Pier Paolo Pasolini (1922-2022) una grande mostra mette a fuoco le capacità pittoriche di Pasolini contestualizzandole nell’ambito della storia dell’arte del Novecento. Pasolini Pittore è un progetto espositivo esclusivo completamente inedito nel suo genere, ideato per i cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini (1922-2022), che intende riportare l’attenzione su un aspetto artistico rilevante, spesso trascurato dalla critica, nel contesto creativo complessivo dello scrittore e regista, a oltre quaranta anni dall’ultima pubblicazione completa su Pasolini pittore, del 1978. Duecento opere circa, provenienti per la maggior parte dal Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux di Firenze, depositario della più importante raccolta di opere dello scrittore e regista, partendo dagli inizi pittorici di Pasolini che vanno di pari passo con le prime prove poetiche in friulano. Dipinti e disegni che ne ricostruiscono l’iter artistico, anche grazie alla presenza di un fondamentale nucleo di opere dei primi anni Quaranta, realizzato a Casarsa della Delizia (PN), da dove arrivano in mostra grazie alla collaborazione con il locale Centro Studi Pier Paolo Pasolini. Ritratti, nature morte e paesaggi dal sapore fortemente intimista e familiare fino alla serie di giovani ragazzi ritratti seduti, sdraiati o con fiori che, da altro punto di vista, documentano l’eccezionale sperimentazione artistica del giovane Pasolini.
ORARI E INDIRIZZI: Via Francesco Crispi, 24 (Rione COLONNA) - Aperta da martedì a domenica dalle ore 10:00 alle ore 18:30; lunedì, 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre chiusa - Per informazioni Tel. 06.0608
COME ARRIVARCI: BUS 119 (fermata DUE MACELLI/CAPO LE CASE) 52, 53, 62, 63, 71, 83, 85, 160, 492 (fermata TRITONE/FONTANA DI TREVI)
LINK ESTERNI: Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale

Segui Monno Roma su: