Mostre

(Palazzo Bonaparte / Mostra dedicata a Van Gogh)

MOSTRE

In questa sezione informazioni sulla vita culturale della città di Roma con le principali mostre d’arte, esposizioni e rassegne d’arte: dipinti, sculture, stampe, acquerelli, mosaici, fotografia, racconti visivi, etc.. Programmazione del mese con date, orari e indirizzi.

LA VACCHERIA / DAL 9 SETTEMBRE 2022 AL 6 GENNAIO 2023
FLESH: WARHOL & THE COW – LE OPERE DI ANDY WARHOL ALLA VACCHERIA
Con la mostra “Flesh: Warhol & The Cow. Le opere di Andy Warhol alla Vaccheria” apre, dopo un lungo lavoro di restauro, La Vaccheria, il nuovo spazio culturale di Roma Capitale, collocato nel paesaggio urbano contemporaneo dell’Eur e nato dalla convenzione urbanistica “Eur - Castellaccio”, uno spazio straordinario con una superficie complessiva di quasi 1.800 metri quadri, composto da un corpo centrale, con teche in vetro e spazi comuni come la sala conferenze, l’area ristoro e il bookshop; da un corpo a due piani destinato a uffici e direzione e da un corpo aggiunto con i laboratori e i servizi annessi. L’esposizione Flesh: Warhol & The Cow. Le opere di Andy Warhol alla Vaccheria, curata da Giuliano Gasparotti e Francesco Mazzei, riproduce un significativo spaccato della produzione del grande maestro della Pop Art con 80 opere esposte: dalle Mucche ai Barattoli Campbell, da Liza Minelli a Marilyn, alle copertine di dischi e riviste. Le opere, che fanno parte della Collezione Rosini Gutman, curata da Gianfranco Rosini, sono esposte come fossero busti o statue degli imperatori romani al fine di sottolineare un parallelismo con le immagini divenute simulacro delle divinità moderne e contemporanee, ma senza mai trascurare quello sguardo crudo ed ironico che ha reso geniale il lascito artistico di Andy Warhol al mondo. La mostra dedicata a Warhol è affiancata dall’esposizione “Sacro o Profano…?”, che propone una selezione di opere realizzate da 16 artisti, la cui produzione testimonia un forte legame con il territorio e con la sua storia: Angela Caronna, Carlo Pantaleone, Fransisco Bertipaglia, Ilaria Bagaglia, Ivana Ligas, Luisa Laurelli, Manuela Scopigno, Marco De Rossi, Marisa Muzi, Miki Therese Pedro, Roberto Barberis, Rossella De Rossi, Rossella Di Donato, Salvatore Desiderio, Vanessa D’amato e Yuliya Hramyka.
ORARI E INDIRIZZI: Via Giovanni l’Eltore, 35/37 (Quartiere EUR) - Lo spazio espositivo è aperto da martedì a giovedì dalle ore 9:00 alle ore 13:00, da venerdì a domenica dalle ore 9:00 alle ore 19:00, lunedì chiuso - Ingresso libero - Per informazioni Tel. 06.69612221
COME ARRIVARCI: BUS 070, 700, 709 (fermata COLOMBO/PACIFICO)
LINK ESTERNI:


MUSEO DELL’ARA PACIS / DAL 22 SETTEMBRE 2022 AL 6 GENNAIO 2023
LUCIO DALLA. ANCHE SE IL TEMPO PASSA
La mostra-evento “Lucio Dalla. Anche se il tempo passa”, dedicata ad uno dei più amati artisti italiani e internazionali nel decennale della sua scomparsa, per celebrarne il genio umano e musicale. La mostra racconta il ruolo di Lucio Dalla nel cruciale passaggio culturale dagli anni Sessanta in poi, la modernità del suo pensiero, l’eclettismo del suo agire. Dalla, protagonista di una continua ricerca espressiva di sonorità, innovatore e precursore di stili, esponente di spicco del movimento sperimentale, è ancora oggi senza uguali; un viaggio visivo e sensoriale che trasforma lo spazio espositivo in una scatola scenica. Attraverso un’ampia raccolta di oggetti, documenti, foto, copertine dei dischi, video, abiti di scena, locandine dei film a cui ha partecipato, manifesti, la ricca collezione di cappelli e berretti, scopriamo l’intimità di Lucio e la potenza della sua musica. Per noi spettatori, “anche se il tempo passa”, il suo ricordo fa ancora tremare il cuore. Le sue note evocative ci appartengono e restano la colonna sonora della nostra esistenza. L’Urbe è luogo dal potere magnetico per la sua poetica visionarietà, è ispiratrice di canzoni scritte tra i vicoli nelle "notti dei miracoli", è magico ritrovo dello spirito del cantore. Nel quartiere di Trastevere, in Vicolo del Buco 7, dove abitò fino alla metà degli anni ‘80, campeggia una targa con una strofa de “La sera dei miracoli”, canzone simbolo del suo legame con la città di Roma.
ORARI E INDIRIZZI: Lungotevere in Augusta (Rione CAMPO MARZIO) - Aperto tutti i giorni dalle ore 9:30 alle ore 19:30; 24 e 31 dicembre dalle ore 9:30 alle ore 14:00, 25 dicembre e 1 gennaio chiuso - Per informazioni Tel. 06.0608
COME ARRIVARCI: BUS 119, 628 (fermata AUGUSTO IMPERATORE/ARA PACIS) 301, 913 (fermata AUGUSTO IMPERATORE)
LINK ESTERNI: Museo dell’Ara Pacis - Sistema Musei di Roma Capitale

PALAZZO BONAPARTE / DALL’8 OTTOBRE 2022 AL 26 MARZO 2023
VAN GOGH
Palazzo Bonaparte ospiterà una grande mostra dedicata a Van Gogh. Attraverso le sue opere più celebri, tra le quali il suo famosissimo Autoritratto, sarà raccontata la storia dell’artista più conosciuto al mondo. Nato in Olanda il 30 marzo 1853, Vincent Van Gogh fu un artista dalla sensibilità estrema e dalla vita tormentata. Celeberrimi sono i suoi attacchi di follia, i lunghi ricoveri nell’ospedale psichiatrico di Saint Paul in Provenza, l’episodio dell’orecchio mozzato, così come l’epilogo della sua vita, che termina il 29 luglio 1890, a soli trentasette anni, con un suicidio: un colpo di pistola al petto nei campi di Auverse. Nonostante una vita impregnata di tragedia, Van Gogh dipinge una serie sconvolgente di Capolavori, accompagnandoli da scritti sublimi (le famose “Lettere” al fratello Theo Van Gogh), inventando uno stile unico che lo ha reso il pittore più celebre della storia dell’arte. La mostra di Roma, attraverso 60 opere e tante testimonianze biografiche, ricostruisce la vicenda umana ed artistica di Van Gogh, per celebrarne la grandezza universale. La mostra è prodotta da Arthemisia ed è realizzata in collaborazione con il Kröller Müller Museum di Otterlo, che custodisce uno dei più grandi patrimoni delle opere di Van Gogh.
ORARI E INDIRIZZI: Piazza Venezia, 5 (Rione PIGNA) - Aperto tutti i giorni dalle ore 11:00 alle ore 21:00 - Per informazioni Tel. 06.8715111
COME ARRIVARCI: BUS 51, 60, 63, 80, 83, 85, 118, 160, 170, 628, H (fermata PIAZZA VENEZIA) 30, 46, 62, 64, 70, 81, 87, 190F, 492, 628, 916, 916F (fermata PLEBISCITO) - TRAM 8 (fermata VENEZIA)
LINK ESTERNI: Mostre Palazzo Bonaparte

GALLERIA D’ARTE MODERNA / DAL 14 OTTOBRE 2022 AL 16 APRILE 2023
PASOLINI PITTORE
A cento anni della nascita di Pier Paolo Pasolini (1922-2022) una grande mostra mette a fuoco le capacità pittoriche di Pasolini contestualizzandole nell’ambito della storia dell’arte del Novecento. Pasolini Pittore è un progetto espositivo esclusivo completamente inedito nel suo genere, ideato per i cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini (1922-1975), che intende riportare l’attenzione su un aspetto artistico rilevante, spesso trascurato dalla critica, nel contesto creativo complessivo dello scrittore e regista, a oltre quaranta anni dall’ultima pubblicazione completa su Pasolini pittore, del 1978. Duecento opere circa, provenienti per la maggior parte dal Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux di Firenze, depositario della più importante raccolta di opere dello scrittore e regista, partendo dagli inizi pittorici di Pasolini che vanno di pari passo con le prime prove poetiche in friulano. Dipinti e disegni che ne ricostruiscono l’iter artistico, anche grazie alla presenza di un fondamentale nucleo di opere dei primi anni Quaranta, realizzato a Casarsa della Delizia (PN), da dove arrivano in mostra grazie alla collaborazione con il locale Centro Studi Pier Paolo Pasolini. Ritratti, nature morte e paesaggi dal sapore fortemente intimista e familiare fino alla serie di giovani ragazzi ritratti seduti, sdraiati o con fiori che, da altro punto di vista, documentano l’eccezionale sperimentazione artistica del giovane Pasolini.
ORARI E INDIRIZZI: Via Francesco Crispi, 24 (Rione COLONNA) - Aperta da martedì a domenica dalle ore 10:00 alle ore 18:30; lunedì, 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre chiusa - Per informazioni Tel. 06.0608
COME ARRIVARCI: BUS 119 (fermata DUE MACELLI/CAPO LE CASE) 52, 53, 62, 63, 71, 83, 85, 160, 492 (fermata TRITONE/FONTANA DI TREVI)
LINK ESTERNI: Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale

PALAZZO CIPOLLA / DAL 14 OTTOBRE 2022 AL 26 FEBBRAIO 2023
RAOUL DUFY. IL PITTORE DELLA GIOIA
Le sale di Palazzo Cipolla ospitano la prima grande esposizione mai realizzata in italiana dedicata a uno dei maestri dell’arte moderna, Raoul Dufy (1877-1953), con la mostra promossa dalla Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale. Voluta dal Presidente della Fondazione, Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele, la mostra è stata realizza da Poema con l’ausilio di Comediarting e Arthemisia, ideata dal Musée d’Arte Moderne de la Ville de Paris, Paris Musées e curata da Sophie Krebs con il contributo di Nadia Chalbi. Raoul Dufy fu un grande pittore, scenografo e disegnatore francese di inizio ‘900 che, per la sua capacità di catturare le atmosfere, i colori e l’intensità della luce e a trasferirli sulle sue tele, divenne il pittore della gioia e della luce. La mostra “Raoul Dufy. Il pittore della gioia”, con oltre 160 opere tra dipinti, disegni, ceramiche e tessuti provenienti da rinomate collezioni pubbliche e private francesi (il Musée d’Art Moderne de Paris, il Centre Pompidou, Palais Galliera, la Bibliothèque Forney, la Bibliothèque littéraire Jacques Doucet, il Musée de la Loire, Musée des Tissus et des Arts Décoratifs di Lione, il Musée des Beaux-Arts Jules Chéret di Nizza e il Musée Royaux des Beaux-Arts de Belgique di Bruxelles), racconta la vita e l’opera di un artista con lo sguardo sempre rivolto alla modernità, pervaso da una vivacità che ha saputo adattare a tutte le arti decorative, contribuendo a cambiare il gusto del pubblico.
ORARI E INDIRIZZI: Via del Corso, 320 / Via dei Montecatini, 17 (Rione CAMPO MARZIO) - Aperta da martedì a domenica dalle ore 10:00 alle ore 20:00, lunedì chiuso - Per informazioni Tel. 06.97625591 / 06.9837051
COME ARRIVARCI: BUS 62, 63, 83, 85, 119, 160, 492 (fermata CORSO/MINGHETTI)
LINK ESTERNI: Palazzo Cipolla - Fondazione Terzo Pilastro Internazionale

PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI / DAL 19 OTTOBRE 2022 AL 26 FEBBRAIO 2023
PIER PAOLO PASOLINI - TUTTO E’ SANTO. IL CORPO POETICO
In occasione del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini (1922-1975), l’Azienda Speciale Palaexpo di Roma, le Gallerie Nazionali di Arte Antica e il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo celebrano la figura del regista con la mostra al Palazzo delle Esposizioni: “Pier Paolo Pasolini. TUTTO E’ SANTO. Il corpo poetico”, a cura di Giuseppe Garrera, Cesare Pietroiusti, Clara Tosi Pamphili e Olivier Saillard. Un’accurata selezione di oltre 700 pezzi che vanno a comporre un ritratto “corporeo” e inedito del grande intellettuale italiano: fotografie vintage, giornali dell’epoca, prime edizioni di libri, riviste sulle quali per la prima volta comparvero interviste, articoli, interventi, e poi dattiloscritti, ciclostilati, filmati, dischi, nastri, e oltre 100 costumi e abiti di scena. Un’esposizione che, in ogni sua parte, parla di amore per le cose e i corpi, nel nome della santità del reale.
ORARI E INDIRIZZI: Via Nazionale, 194 (Rione MONTI) - Aperto da martedì a domenica dalle ore 10:00 alle ore 20:00, lunedì chiuso - Per informazioni Tel. 06.696271
COME ARRIVARCI:)METRO A (fermata REPUBBLICA), METRO B, B1 (fermata CAVOUR) - BUS 64, 70, 170, H (fermata NAZIONALE/PALAZZO ESPOSIZIONI) 71 (fermata MILANO/NAZIONALE)
LINK ESTERNI: Palazzo delle Esposizioni

MUSEO DI ROMA PALAZZO BRASCHI / DAL 21 OTTOBRE 2022 AL 5 FEBBRAIO 2023
ROMA MEDIEVALE. IL VOLTO PERDUTO DELLA CITTA’
A Palazzo Braschi, la mostra “Roma Medievale. Il volto perduto della città”, per riscoprire il volto perduto della Roma fra VI e XIV secolo e il suo ruolo cardine nell’Europa cristiana e medievale sia per i semplici pellegrini sia per regnanti e imperatori. L’esposizione copre un arco temporale che va dal VI al XIV secolo, dal tempo di papa Gregorio Magno all’indizione del primo Giubileo del 1300, e si sviluppa in 9 principali nuclei tematici che hanno l’obiettivo, grazie alle oltre 160 opere tra mosaici, affreschi e opere mobili generosamente messe a disposizione da 60 prestatori tra musei, enti religiosi e istituzioni pubbliche e private, di far luce sull’aspetto di una città ancora in parte superstite, anche se spesso nascosta. In esposizione documenti provenienti in massima parte da luoghi e raccolte romane, proprio allo scopo di esortare i cittadini romani a riscoprire le ricchezze della loro città. Uno spazio di rilievo è dedicato al rapporto privilegiato tessuto nel corso dei secoli tra la città e il papato. Una relazione complessa che ha unito, e quasi identificato, l’Urbe e i suoi pontefici durante tutto il Medioevo. Il visitatore può così conoscere i papi più rappresentativi dell’epoca, come Gregorio Magno, Leone III, Innocenzo III e Bonifacio VIII, protagonisti di momenti chiave del Medioevo.
ORARI E INDIRIZZI: Piazza di San Pantaleo, 10 / Piazza Navona, 2 (Rione PARIONE) - Aperto da martedì a domenica dalle ore 10:00 alle ore 19:00, il 24 e 31 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 14:00; lunedì e 1 gennaio chiuso - Per informazioni Tel. 06.0608
COME ARRIVARCI: BUS 46, 62, 64, 916, 916F (fermata CORSO VITTORIO EMANUELE/SANT’ANDREA DELLA VALLE) 30, 70, 81, 87, 492, 627 (fermata RINASCIMENTO)
LINK ESTERNI: Museo di Roma Palazzo Braschi

GALLERIA BORGHESE / DAL 25 OTTOBRE 2022 AL 29 GENNAIO 2023
MERAVIGLIA SENZA TEMPO. PITTURA SU PIETRA A ROMA NEL SEICENTO
La Galleria Borghese presenta una suggestiva mostra, “Meraviglia senza tempo. Pittura su pietra a Roma tra Cinquecento e Seicento”, a cura di Francesca Cappelletti e Patrizia Cavazzini. Una produzione di oggetti singolari, si inserisce in un percorso di ricerca iniziato nel 2021 con l’approfondimento del tema della Natura e del Paesaggio all’interno della collezione della Galleria. La collezione stessa, raccolta da Scipione Borghese nei primi tre decenni del Seicento, presenta esempi di pittura su pietra di notevole interesse, mentre il contesto, la diversità di materiali impiegati nelle opere e la loro sintonia con le collezioni storiche non più esistenti di piante, animali e altre curiosità naturali, contribuisce a definire quel senso di meraviglia e di stupore che la accompagna da secoli. Oltre 60 opere provenienti da musei italiani e stranieri e da importanti collezioni private tra cui: il “Ritratto di Filippo Strozzi” (1550 c.) di Francesco Salviati su marmo africano, quello di “Cosimo de Medici” (1560 c.) attribuito al Bronzino, su porfido rosso; il “Ritratto di Papa Clemente VII con la barba” (1531 c.) di Sebastiano del Piombo; l’ “Adorazione dei magi” (1600-1620) su alabastro di Antonio Tempesta; “Madonna con il Bambino e San Francesco” (1605 c.) di Antonio Carracci dipinta su rame, inoltre dipinti su alabastro, lavagna e marmo di Carlo Saraceni, Orazio Gentileschi, Il Cavalier d’Arpino e molti altri. Poi piccoli altari, stipi e orologi, dalle forme architettoniche complesse e adorni di piccole sculture, rilievi e pittura. La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Officina libraria, un itinerario che conferma quanto queste pratiche fossero diffuse a Roma in quegli anni e che traferisce al lettore il significato e le ricerche della mostra.
ORARI E INDIRIZZI: Piazzale Scipione Borghese, 5 (Quartiere PINCIANO) - Aperta da martedì a domenica dalle ore 9:00 alle ore 19:00, chiusa lunedì, 1 gennaio e 25 dicembre - Per informazioni Tel. 06.67233753 / 06.8413979
COME ARRIVARCI: BUS 52, 53, 63, 83, 92, 223, 360, 910 (fermata PINCIANA/MUSEO BORGHESE)
LINK ESTERNI: Galleria Borghese

GALLERIA NAZIONALE D’ARTE ANTICA PALAZZO BARBERINI / DAL 28 OTTOBRE 2022 AL 12 FEBBRAIO 2023
PIER PAOLO PASOLINI - TUTTO E’ SANTO. IL CORPO VEGGENTE
In occasione del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini (1922-1975), la mostra “Pier Paolo Pasolini. TUTTO E’ SANTO - Il corpo veggente”, a cura di Michele Di Monte, realizzata all’interno del progetto espositivo Pier Paolo Pasolini. TUTTO E’ SANTO coordinato e condiviso dalle Gallerie Nazionali di Arte Antica con l’Azienda Speciale Palaexpo di Roma e il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo. La scelta del titolo si ispira alla frase pronunciata dal saggio Chirone nel film Medea (1969), che evoca la misteriosa sacralità del mondo del sottoproletariato, arcaico e religioso, in netto conflitto con gli eroi di un mondo razionale, laico, borghese. Il progetto espositivo intreccia discipline, media, opere originali e documenti di archivio secondo tre direttrici autonome, specifiche per ogni sede, ma concepite per potersi integrare allo scopo di sollecitare riflessioni inedite sulla produzione pasoliniana, sull’influenza culturale che ha esercitato e ancora esercita sullo sguardo di chi la osserva dal XXI secolo.
ORARI E INDIRIZZI: Via delle Quattro Fontane, 13 (Rione TREVI) - Aperta da martedì a domenica dalle ore 10:00 alle ore 19:30; lunedì chiusa - Per informazioni Tel. 06.4814591
COME ARRIVARCI: METRO A (fermata BARBERINI) - BUS 71 (fermata TRAFORO/TRITONE) 52, 53, 62, 63, 83, 85, 160, 492 (fermata TRITONE/BARBERINI) 61, 62, 85, 492, 590 (fermata BARBERINI)
LINK ESTERNI: Galleria Nazionale d’Arte Antica Palazzo Barberini

MAXXI MUSEO NAZIONALE ARTI DEL XXI SECOLO / DAL 16 NOVEMBRE 2022 AL 12 MARZO 2023
PIER PAOLO PASOLINI - TUTTO E’ SANTO. IL CORPO POLITICO
A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini (1922-1975), intellettuale e creativo tra i più complessi e rilevanti del XX secolo, la mostra: “Pier Paolo Pasolini. TUTTO E’ SANTO. Il corpo politico”, coordinato e condiviso dalle Gallerie Nazionali di Arte Antica con l’Azienda Speciale Palaexpo di Roma e il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo. TUTTO E’ SANTO è il titolo ispirato all’omonima frase pronunciata dal saggio Chirone nel film Medea (1969), e tratteggia ciò che è considerato sacro per il poeta: il mondo del sottoproletario, arcaico, religioso che è in netto conflitto con l’eroe di un mondo razionale, laico, borghese e neo-capitalista. Al MAXXI la chiave di lettura dell’opera pasoliniana è restituita attraverso le voci di artisti contemporanei, le cui opere evocano l’impegno politico dell’autore e l’analisi dei contenuti sociali ispirati alle sue opere. La dedizione costante ai temi della vita pubblica, l’osservazione acuta delle dinamiche di potere, hanno fatto di Pasolini un profeta a cui molte generazioni hanno guardato per tracciare le linee guida della propria ricerca.
ORARI E INDIRIZZI: Via Guido Reni, 4/A (Quartiere FLAMINIO) - Aperto da martedì a domenica dalle ore 11:00 alle ore 19:00; lunedì chiuso - Per informazioni Tel. 06.3201954
COME ARRIVARCI: BUS 910 (fermata FLAMINIA/RENI), 53 (fermata FLAMINIA/CARRACCI) - TRAM 2 (fermata APOLLODORO)
LINK ESTERNI: MAXXI Museo Nazionale delle arti del XXI secolo

Segui Monno Roma su: