Musei

(Il nuovo museo permanente di Leonardo Da Vinci)

LEONARDO DA VINCI EXPERIENCE

MUSEO LEONARDO DA VINCI. Finalmente a Roma il nuovo museo permanente di Leonardo da Vinci, uomo d’ingegno e talento universale del Rinascimento. Considerato uno dei più grandi geni dell’umanità, fu architetto, pittore, scultore, disegnatore, trattatista, scenografo, anatomista, botanico, musicista, ingegnere e progettista. In mostra quarantasei invenzioni realizzate su progetto di Leonardo e le fedeli riproduzioni dei dipinti più famosi di sempre. Un percorso dove i visitatori possono ammirare e vivere una vera e propria esperienza multimediale, tra pittura, meccanica, proiezioni tematiche di approfondimento, ologrammi e audio didattici. Tele e affreschi riprodotti a grandezza naturale con materiali e procedure tipiche delle botteghe rinascimentali tra cui: la Gioconda, la Dama con Ermellino, Ecce Homo e le due versioni della Vergine delle Rocce e, per la prima volta, una riproduzione a grandezza naturale de l’Ultima Cena. Inoltre potete fare un’esperienza multimediale tra ingegneria e mistero attraverso macchine inedite, invenzioni, proiezioni 3D: Il Deltaplano, la Catapulta, la letale Bombarda, l’innovativa Mitragliatrice a Ventaglio, la Bicicletta, la Scavatrice, il Salvagente e altro ancora. Un museo unico al mondo dove mai prima d’ora il pubblico ha avuto l’occasione di contemplare in una sola volta così tante opere di Leonardo.

ORARI E INDIRIZZI:
Via della Conciliazione, 19 - Aperto tutti i giorni dalle ore 09:00 alle ore 19:30 - Tel. 06.6833316 - Email: info@leonardodavincimuseo.com

COME ARRIVARCI:
BUS 23, 34, 40, 982 (fermata TRASPONTINA/CONCILIAZIONE) 23, 34, 40, 46, 62, 64, 98, 115, 280, 870, 881, 916 (fermata LUNGOTEVERE SASSIA/SANTO SPIRITO)

LINK ESTERNI:
Museo Leonardo da Vinci

Segui Monno Roma su:

(Città di Castello Pinacoteca Comunale, Luca Signorelli, "Martirio di San Sebastiano")

LUCA SIGNORELLI, “OBLIO E RISCOPERTE”

PALAZZO CAFFARELLI MUSEI CAPITOLINI (dal 19 luglio al 3 novembre 2019). Nell’avvicinarsi dell’anniversario dei cinquecento anni dalla morte di Raffaello, i Musei Capitolini rendono omaggio a Luca Signorelli (1450-1523), attraverso una selezione di opere di grande prestigio provenienti da collezioni italiane e straniere; per la prima volta a Roma, uno dei più grandi protagonisti del Rinascimento italiano. L’esposizione, a cura di Federica Papi e Claudio Parisi Presicce, di circa 60 opere, intende mettere in risalto il contesto storico artistico in cui avvenne il primo soggiorno romano dell’artista e offrire nuove letture sul legame diretto e indiretto che si instaurò fra l’artista e Roma. Seppure considerato ai suoi tempi “in Italia tanto famoso e l’opere sue in tanto pregio”, Luca Signorelli cadrà nell’oblio e solo nel tardo Settecento e soprattutto nel XIX secolo, con l’affacciarsi delle correnti puriste e preraffaellite, gli artisti e la critica lo riscopriranno come uno dei precursori della più alta stagione del Rinascimento.

ORARI E INDIRIZZI:
Palazzo Caffarelli Musei Capitolini, Piazzale Caffarelli - Aperto tutti i giorni dalle ore 9:30 alle ore 19:30 - Tel. 06.0608 (tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 19:00) - Email: info.museicapitolini@comune.roma.it

COME ARRIVARCI:
BUS 30, 44, 51, 63, 81, 83, 85, 87, 118, 130F, 160 (fermata TEATRO MARCELLO/ARA COELI) 715, 716 (fermata TEATRO MARCELLO) 30, 40, 44, 62, 63, 64, 70, 81, 87, 130F, 492 (fermata ARA COELI/PIAZZA VENEZIA) 60, 80, 916, 916F, 46, 190F, 781 (fermata PIAZZA VENEZIA) 51, 60, 63, 80, 83, 85, 118, 119, 160, 170, 628, H (fermata PIAZZA VENEZIA) - TRAM 8 (fermata VENEZIA)

LINK ESTERNI:
Palazzo Caffarelli Musei Capitolini, Luca Signorelli “Oblio e Riscoperte”

Segui Monno Roma su:

(Frammenti di lastra dipinta con raffigurazione di uomo armato)

COLORI DEGLI ETRUSCHI, TESORI DI TERRACOTTA

CENTRALE MONTEMARTINI (dall’11 luglio 2019 al 2 febbraio 2020). Una straordinaria selezione di lastre parietali figurate e decorazioni architettoniche a stampo in terracotta policroma, provenienti dal territorio di Cerveteri (l’antica città di Caere) e in parte inedite, nella prestigiosa sede della Centrale Montemartini. Si tratta di testimonianze di fondamentale importanza per la storia della pittura etrusca, recentemente rientrate in Italia grazie all’azione di contrasto del traffico illegale di reperti archeologici dell’Arma dei Carabinieri e alla diplomazia culturale del Mibac. Attraverso l’articolato percorso espositivo, la mostra vuole offrire al pubblico una chiave di lettura il più possibile esaustiva delle terrecotte dipinte etrusche recuperate, preziosi materiali datati tra il 530 e il 480 a.C., suddivise per temi e tipologie (imprese di Ercole e altri miti; la danza; gli atleti e i guerrieri; i contesti; le terrecotte architettoniche) e illustrate da preziosi materiali di confronto, in molti casi inediti, cercando di restituire al meglio a questi frammenti, decontestualizzati dallo scavo e dal commercio clandestino, una serie di preziose informazioni che permettano loro di fornire nuovamente il proprio inestimabile contributo alla conoscenza della storia e della produzione artistica dell’antica Caere all’apice del suo splendore culturale. La mostra vuole anche rappresentare, con una sezione appositamente dedicata, il dovuto riconoscimento, nel cinquantenario della sua istituzione, all’infaticabile attività svolta dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, impegnato quotidianamente nella sua azione di contrasto al traffico illegale di opere d’arte del nostro Paese.

ORARI E INDIRIZZI:
Centrale Montemartini, Viale Ostiense, 106 - Aperta da martedì a domenica dalle ore 9:00 alle ore 19:00, chiusa domenica, 25 dicembre e 1 gennaio - Tel. 06.0608 (tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 19:00) - Email: info.centralemontemartini@comune.roma.it

COME ARRIVARCI:
BUS 23, 769 (fermata OSTIENSE/GARBATELLA) 792 (fermata OSTIENSE/GARBATELLA)

LINK ESTERNI:
Centrale Montemartini, “Colori degli Etruschi, Tesori di Terracotta”

Segui Monno Roma su: